Elena voleva essere amata. Invece, è stata trafficata.

Il Colorado Human Trafficking Council ("The Council") ha sviluppato una campagna per aumentare la consapevolezza su tutti i tipi di traffico di esseri umani in Colorado. La campagna consiste in narrazioni di esperienze vissute che sono esempi dei diversi tipi di tratta di esseri umani in corso in Colorado. Alcune persone potrebbero essere consapevoli dell'esistenza del traffico sessuale e del traffico di manodopera. Tuttavia, la maggior parte delle persone non capisce cosa sia realmente la tratta di esseri umani, come o dove si verifichi, o che trafficanti, reclutatori e acquirenti siano criminali che possono essere perseguiti. 

Diamo un'occhiata all'esperienza vissuta di Elena. La narrazione di Elena, come tutte le narrazioni della campagna, è un insieme di fatti e circostanze, tratti da diverse esperienze di vita reale al fine di proteggere la privacy di coloro che sono stati vittime della tratta. È inquietante leggere di Elena e di cosa le è successo, e alcuni lettori potrebbero non sentirsi a proprio agio nel continuare a leggere. 

Se hai bisogno di aiuto o vuoi segnalare una situazione sospetta, chiama la hotline al numero 866-455-5075 o invia un messaggio al 720-999-9724.

Nella campagna, Elena è una giovane donna che incontra un uomo. L'uomo le dice che la ama, le promette un futuro insieme e usa varie tattiche di manipolazione e cura per costringere Elena a trasferirsi in un appartamento dove può controllarla. Nel tempo, il trafficante minaccia Elena, la abusa verbalmente e la costringe a fare sesso con altre persone per soldi. Il trafficante tiene i soldi e tiene Elena intrappolata nella sua situazione. Elena crede ancora che il suo trafficante la ami e non capisce cosa le sta succedendo. Continua a sperare che il suo trafficante si prenda cura di lei. 

Questo è complicato perché è difficile per molte persone capire come un trafficante possa ottenere il controllo di un'altra persona. I trafficanti utilizzano il controllo finanziario, in cui la persona trafficata dipende dal trafficante per cibo, alloggio e/o altri bisogni di base. I trafficanti usano anche il controllo psicologico, come nel caso di Elena. Elena crede che il suo trafficante la ami e che stia facendo ciò che lui la costringe o costringe a fare per compiacerlo.

L'esperienza di Elena dimostra alcuni punti importanti. Possono essere difficili da credere perché contraddicono gli stereotipi perpetuati e le percezioni errate che tutti abbiamo assorbito. Il caso di Elena mostra la verità:

  • Qualcuno che conosci, di cui ti fidi e ami può essere un trafficante: Non tutti i trafficanti sono estranei o stravaganti personaggi "magnaccia". I trafficanti possono avere un legame personale con la loro vittima o essere un partner intimo.
  • Può essere quasi impossibile partire: I trafficanti usano molte tattiche per creare fiducia e un rapporto professionale o personale con qualcuno per poterli manipolare. Una volta creata la fiducia, mentono, minacciano e abusano delle loro vittime per mantenere il controllo. I loro obiettivi diventano confusi, spaventati o finanziariamente dipendenti, quindi andarsene senza un piano o supporto non è un'opzione sicura. 
  • I trafficanti non usano sempre la forza fisica: A volte un trafficante usa la coercizione psicologica o la frode. I trafficanti scoprono dove qualcuno è vulnerabile e usano le informazioni personali per sfruttare emozioni o circostanze. Il trafficante promette di dare a qualcuno ciò di cui ha bisogno per rendere quella persona dipendente da loro, emotivamente e/o finanziariamente.
  • Il traffico sessuale non implica il "vestirsi come una prostituta": Elena indossa una felpa con cappuccio e jeans. Non è vestita sessualmente con gonne corte o altri indumenti provocatori. Quando identifichiamo una situazione di traffico sessuale, non possiamo fare supposizioni basate su ciò che qualcuno indossa.
  • Le ragazze di solito non vengono catturate per strada e costrette alla schiavitù sessuale: Spesso si percepisce che se lasci che tua figlia vada in giro da sola corre il rischio di essere rapita. Elena non è stata “rubata”. I trafficanti spesso operano in modi meno clamorosi. (E anche se in questo caso Elena è una donna, i trafficanti possono depredare qualsiasi sesso.)

I trafficanti possono sfruttare quasi chiunque. Ci vuole un pubblico consapevole e impegnato per impedire ai trafficanti di operare nel nostro stato. Informati e segnala una situazione sospetta, anche se non sei sicuro, è meglio chiamare la hotline piuttosto che non chiamare. Non preoccuparti di commettere errori, avvocati addestrati collaborano alla hotline e sapranno cosa fare. Prendendoci il tempo necessario per capire cos'è la tratta di esseri umani ed essendo consapevoli dei diversi tipi che accadono qui in Colorado, possiamo tutti contribuire a fermare questo crimine. 

Ci sono servizi disponibili per aiutare le persone che hanno subito, o stanno sperimentando, traffico sessuale o lavoro. La hotline sul traffico di esseri umani del Colorado può collegare le persone alle risorse per l'assistenza alimentare, i servizi di emergenza, la salute mentale, l'abuso di sostanze, i servizi legali e altro ancora. 

Per saperne di più sull'esperienza di Elena, visita ThisIsHumanTrafficking.com/Elena

Per segnalare o conoscere i servizi disponibili, chiama il numero 866-455-5075 o invia un messaggio al numero 720-999-9724.

Il Consiglio ritiene che più comprendiamo in che modo i trafficanti sfruttano le persone, meglio saremo in grado di identificare le attività di tratta di esseri umani, denunciarle e, in definitiva, impedire che si verifichi in primo luogo. Inoltre, una delle cose più importanti che possiamo fare è avere una consapevolezza compassionevole per le vittime e i sopravvissuti e promuovere la dignità e la giustizia per tutti.

A proposito del Consiglio

Istituito attraverso la legislazione nel 2014, ospitato sotto il Dipartimento di pubblica sicurezza del Colorado, Divisione di giustizia penale, Programma dell'Ufficio per le vittime, il Consiglio coordina gli sforzi contro la tratta di esseri umani in tutto lo stato allo scopo finale di prevenire la tratta di esseri umani in Colorado. Dedicato alla giustizia e alla dignità dei sopravvissuti alla tratta di esseri umani, il consiglio di 35 persone rappresenta agenzie statali e non governative, esperti di esperienze vissute, forze dell'ordine, pubblici ministeri, coalizioni regionali e task force, servizi legali, fornitori di servizi per le vittime, mondo accademico e fede organizzazioni basate. 

Il Consiglio ha lo scopo di: 

  • Riunire la leadership degli sforzi contro la tratta a livello nazionale e statale 
  • Costruire e migliorare la collaborazione tra le comunità e le contee all'interno dello stato 
  • Istituire e migliorare servizi completi per vittime e sopravvissuti della tratta di esseri umani 
  • Contribuire a perseguire con successo i trafficanti di esseri umani 
  • Aiuta a prevenire la tratta di esseri umani in Colorado